News

MATERIA TRA LUCE E OMBRA

Copia di LUCE

Il percorso formativo “Materia tra luce e ombra” si propone di offrire spunti e riflessioni su come i materiali di scarto siano utili per arricchire le conoscenze e le competenze di ciascun partecipante nel vivere diverse esperienze di dialogo tra materia, luce e ombra.

l percorso nasce dalla collaborazione tra il ReMida Bologna_Terre d’Acqua e la Compagnia Macinapepe e si svolge all’interno di ReMida, in particolare negli Atelier-Stanze di ricerca, luoghi pensati per indagare, comprendere e fare esperienza dei diversi linguaggi espressivi e dei differenti materiali.
Gli incontri prevedono un intreccio tra relazioni multimediali e laboratori teorico-pratici, durante i quali i partecipanti saranno attiva- mente coinvolti in attività di progettazione insieme per la realizzazione di percorsi “luminosi” da realizzare poi all’interno dei propri contesti educativi, scolastici e ricreativi.

ReMida condurrà LA MATERIA DELLA LUCE
La luce è un materiale impalpabile ed invisibile ma è una materia viva, altamente manipolabile e plasmabile, che ci circonda, ci condiziona e ci emoziona, veicolando i nostri sentimenti e stati d’animo: la luce è una delle grandi componenti emotive della nostra percezione estetica.

Attraverso la sperimentazione tra luce e materia è possibile osservare le diverse possibilità combinatorie dei materiali e constatare che ognuno di essi ha al suo interno molte altre composizioni, formate da diverse sovrapposizioni, che spesso ricalcano combinazioni e accostamenti delle gradazioni cromatiche.

Sabato 27 gennaio dalle 9.30-12.30
COMPOSIZIONI LUMINOSE

Immergersi in scenari di luce e ombra, riflettere sulle qualità inaspettate della materia in relazione a diversi fonti di luce e per realizzare combinazioni, composizioni, sovrapposizioni e proiezioni materi- che su tavoli e lavagne luminose, alla ricerca di una estetica della forma, del colore.

Sabato 17 febbraio dalle 9.30-12.30
CATTURARE LA LUCE

Scoprire riflessi, rifrazioni e ribaltamenti, mediante la ricerca e la selezione di materiali “amici della luce” per creare personali “cattura-luce” e dia- positive materiche da installare nello spazio per attivare dialoghi e ricerche su fenomeni scienti ci mediante il gioco.

 

Macinapepe condurrà  NARRAZIONI IN LUCE
Narrare, raccontare signifca non pretendere di presentare ciò che semplicemente è o accade, ma esplorare e immaginare ciò che sarebbe potuto accadere, ciò che potrebbe accadere in relazione agli eventi, interpretare cause e collegamenti, commentare e “partecipare esteticamente“ all’accaduto. Fare proprio lo strumento del racconto per aprire il canale utili per comprenderci e comprendersi in relazione agli altri.

Sabato 17 marzo dalle 9.30-12.30
LA MATERIA NARRANTE

Scoprire le caratteristiche della lavagna luminosa come strumento di luce, sperimentare le possibili interazioni tra questa fonte luminosa ed i diversi materiali. Provare ad animare le forme, cercan- done la storia, scoprendone il carattere. Rende- re la materia protagonista, regalandole vita per mezzo della narrazione.

Sabato 2 aprile dalle 9.30-12.30
RACCONTI IN OMBRA

Conoscere le possibilità del buio, assenza di luce, per poi esplorare le “zone limite”, dove i due contrari si fondono, creando la penombra. Scoprire il mondo delle ombre: ombre che evocano, ombre leggere e pesanti, figure intermedie tra luce e buio, capaci di raddoppiare le dimensioni delle cose, di nascondere dettagli o ingigantire particolari, di trasformare in altro o di trasformarsi in altri.

 

Costi e modalità d’iscrizione

Il costo di ogni singolo incontro di formazione è di 40 euro.

Per chi vuole frequentare l’intero ciclo di 4 incontri il costo dell’intero pacchetto è di 125 euro.

Gli incontri sono rivolti ai soci dell’Associazione Funamboli che gestisce ReMida (per le NORME LEGISLATIVE vigenti , D.P.R. del 1986, n° 917, Art. 148). La quota associativa è di 10 euro, ha durata annuale da settembre ad agosto, è una  tessera ARCI che consente l’entrata in tutti i Circoli che aderiscono.

L’iscrizione avviene tramite email scrivendo all’indirizzo prenotazioni@remidabologna.it.