Didattica e Formazione ReMida

CORSI FORMAZIONE 2024-25

Formazioni_ReMida_2024_FINAL

I corsi sono riconosciuti dal MIUR-UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L’EMILIA ROMAGNA per l’a.s.2023/2024 per cui è possibile utilizzare la CARTA DOCENTE per partecipare ai corsi.

Il programma formativo propone percorsi formativi sia in presenza che a distanza in modalità on-line.

Ogni incontro alterna un’ introduzione teorica al tema tramite una relazione multimediale (video e/o power point), mediante la presentazione di libri, cataloghi e albi illustrati tematici e una parte laboratoriale. Chi frequenta i corsi in presenza potrà, al termine di ogni incontro, preparare un kit di materiali, prelevabili dall’Emporio di ReMida, per proseguire le esplorazioni. A chi frequenta i corsi on-line invece verrà inviato un kit per potere realizzare da casa le esperienze pratiche.

I percorsi sono rivolti a un minimo di 5 fino a un massimo di 15 persone.

 

CORSI IN PRESENZA

  1. ABITARE LA LETTURA a cura di Beniamino Sidoti

Abitare la lettura è una metafora incarnata, una pratica pensante che cerca di dire cosa capita quando una storia ci affascina.

Il corso si propone, attraverso modalità laboratoriali, di provare alcuni giochi e attività che possono aiutare a leggere, con corpo e voce, figure e materiali di scarto  e affrontare la lettura come un luogo dove le storie prendono vita, farle durare e prolungarle, incontrare gli altri.

5 incontri da 4 ore al sabato mattina dalle 9.30 alle 13.30

Primo incontro 19 ottobre

La lettura come rito come avviarlo, prepararlo, introdurlo. Come rinforzarlo ed evocarlo.

Secondo incontro 9 novembre

La lettura ad alta voce, l’uso del corpo, per far andare altrove e per stare dentro una storia.

Terzo incontro 7 dicembre

Giochi da fare insieme per leggere in gruppo

Quarto incontro 18 gennaio

Come raccontare con piccoli oggetti e con i suoni della banca sonora di Remida

Quinto incontro 8 febbraio

Restituzione valutazione collettiva e nuove piste di sviluppo

Costi: 300 euro non è possibile iscriversi ad un solo incontro

 

ALBERI. Narrazioni, laboratori e incontri con gli alberi.

Il percorso formativo propone diversi incontri laboratoriali che vogliono essere un’opportunità per riflettere sulla bellezza del nostro paesaggio quotidiano dove gi alberi diventano occasione per riflettere sulla nostra relazione con l’ambiente, forma di vita da approfondire nel dialogo e nello scambio con agli altri esseri viventi, metafora di sostenibilità ambientale, relazionale e sociale.

Ad ogni incontro esploreremo gli alberi da diversi punti di vista e con diversi linguaggi espressivi: ascolteremo la voce degli alberi con i quali potremo comunicare senza parole mediante gesti gentili in rispettoso ascolto dell’energia dei luoghi, potremo scoprire e ricreare l’ambiente attorno, sopra e sotto di noi, indagando e inventando paesaggi, nei quali immergerci, attraverso la valorizzazione delle differenti qualità dei materiali, sia di scarto sia naturali.

Gli incontri si realizzeranno sia all’interno del centro ReMida che all’esterno, per creare innesti sostenibili nel territorio e attivare azioni poetiche partecipate nel paesaggio, inteso come spazio di vita materiale e simbolica di particolare importanza per l’affermazione di una cultura della sostenibilità.

Primo incontro 15 ottobre 17.00-19.30

La bellezza della diversità.

Le forme, i colori, gli spessori e i profumi delle foglie raccontano le diverse identità degli alberi. Passeggiando per i parchi cittadini realizzeremo opere pittoriche delle foglie e composizioni effimere da regalare agli alberi.

Secondo  incontro 12 novembre 17.00-19.30

Alberi come alfabeti: cortecce, rami e radici.

Ogni corteccia narra la storia dell’albero, la sua età e le sue relazioni con altri esseri viventi. Passeggeremo per la città per mappare gli alberi e rilevare i calchi delle loro cortecce con la creta.

Cercheremo corrispondenze tra macro e micro, tra le texture degli alberi e degli scarti aziendali, per realizzare nuovi ornamenti tra geometria e natura.

Terzo incontro 3 dicembre 17.00-19.30

Alberi in viaggio.

Gli alberi si spostano attraverso i semi, il vento e grazie agli animali. Partiremo dalla narrazione di alcuni incredibili viaggi delle piante, ne indagheremo le diverse identità, i processi di crescita e le metamorfosi del seme attraverso la creazione di un “diario di un piccolo seme” e infine realizzeremo bombe di semi da regalare alla città.

Quarto incontro 4 febbraio17.00-19.30

Gli alberi e i suoi abitanti.

Gli alberi sono ecosistemi complessi. Cosa significa mutualismo? Partiremo da alcune letture di albi illustrati sulla vita di insetti, uccelli, mammiferi e funghi per rappresentarne graficamente gli scambi e le relazioni, realizzeremo un “libro delle impronte” cercando di far dialogare le tracce degli scarti aziendali in relazione alle impronte e ai segni lasciati dagli animali sugli alberi.

Quinto incontro 4 marzo 17.00-19.30

Corrispondenze

Quale corrispondenze tra la radice di un albero e uno scarto aziendale? Quali mimesi e assonanze tra la foglia di un pioppo e un tessuto? Partendo dall’osservazione, dalla raccolta e dalla catalogazione dei materiali naturali intorno agli alberi, realizzeremo sperimentazioni grafico-pittoriche e mimesi tra elementi naturali e scarti aziendali, creando un’unica grande opera collettiva mediante la trasformazione di materiali tessili scartati.

Sesto incontro 29 aprile 17.00-19.30

Condivisione e restituzione delle esplorazioni svolte sulle tematiche sperimentate nei propri contesti educativi e scolastici

Formula week end:

Venerdì 13 dicembre 17.00-19.30, Sabato 14 dicembre  9.30 alle 12.00

La bellezza della diversità+ Alberi come alfabeti: cortecce, rami e radici

 

Venerdì 14 febbraio 17.00-19.30, Sabato 15 febbraio  9.30 alle 12.00

Alberi in viaggio+ Gli alberi e i suoi abitanti

 

 Venerdì 14 marzo 17.00-19.30, sabato 15 marzo 9.30 alle 12.00

Corrispondenze+ condivisione esperienze svolte

Costi: 25 euro a incontro, per chi intende frequentare tutto il ciclo il costo è di 125 euro

 

  1. MATERIALI PER PENSARE CON LE MANI.

LE POTENZIALITÀ ESPRESSIVE DELLA MATERIA IN RELAZIONE AL PAESAGGIO

Il percorso formativo propone diversi incontri laboratoriali che vogliono essere un’opportunità per meravigliarci della funzione creativa della mano e del corpo. Il pensiero può nascere dal movimento delle nostre mani sui materiali, con le mani e con il corpo esploreremo la consistenza, lo spessore, la flessibilità, l’elasticità, la durezza, la temperatura dei materiali di scarto che il nostro centro ReMida r-accoglie.

Gli incontri favoriranno un dialogo tra diversi linguaggi artistici, stimoleranno la creatività di ciascun partecipante, indagheranno e valorizzeranno le differenti qualità dei materiali attraverso diversi laboratori nei quali la commistione fra differenti tecniche e modalità espressive rispecchiano la  volontà di una precisa metodologia operativa capace di tenere insieme il grafico-pittorico, il suono, l’espressività corporea, la fotografia e la composizione tridimensionale, in un libero attraversamento dei materiali teso, non tanto alla ricerca di un affinarsi e consolidarsi di abilità manuali, ma piuttosto immerso e calato nel tentativo e scoperta di nuovi sguardi, pensieri e prospettive sulle cose.

 

1° incontro martedì 5 novembre ONLINE dalle 17.30 alle 19.30

I MATERIALI DI SCARTO COME RISORSA EDUCATIVA

Presentazione del progetto ReMida, della sua filosofia educativa, sul valore del riuso creativo dei materiali nei contesti educativi e visita animata virtuale presso gli spazi del Centro ReMida.

2° incontro venerdì 22 novembre 17.00-19.30

MICROMONDI DALLA TERRA

La terra dove poggiamo i nostri piedi è fatta per far crescere nuovi frutti e nuovi mondi, anche piccolissimi. Dal dialogo con gli elementi naturali nasceranno degli ecosistemi immaginari, esplorando la plasticità della creta e le sue possibilità compositive.

3° incontro sabato 23 novembre 9.30 alle 12.00

MAPPE ACQUATICHE

Creazione di  una grande mappa collettiva fatta di fiumi, golene, sentieri e boschi mescolando la tecnica della monotipia alla trasformazione dei materiali di scarto.

4° incontro  venerdì 24 gennaio 17.00-19.30

PAESAGGI SONORI

Siamo costantemente immersi in un paesaggio fatto di suoni e rumori. Scopriamo la dimensione sonora dei contesti che viviamo quotidianamente, registrando e costruendo su questa base ulteriori esplorazioni attraverso i materiali di scarto e gli oggetti che “vivono” questi contesti.

5° incontro venerdì 25 gennaio 9.30-12.00

DAI MATERIALI AL PAESAGGIO

Come i materiali possono suggerire dei paesaggi? Attraverso le loro forme? Il loro colore? Oppure attraverso le sensazioni che scaturiscono dalle loro caratteristiche tattili? L’osservazione e l’immaginazione ci guiderà attraverso un mare di materiali dai quali nasceranno nuovi paesaggi.

6° incontro ONLINE martedì 8 aprile 17.30-19.30

Condivisione e restituzione delle esplorazioni svolte sulle tematiche sperimentate nei propri contesti educativi e scolastici

Costi: 25 euro a incontro, per chi intende frequentare tutto il ciclo il costo è di 125 euro

 

  1. MATERIA TRA LUCE E OMBRA E… BUIO! In collaborazione con Macinapepe

Il percorso si propone di offrire riflessioni ed esplorazioni per arricchire le proprie conoscenze sul dialogo tra i materiali di scarto e le diverse forme della luce e quindi anche dell’ombra e del buio.

Il percorso nasce dalla collaborazione tra il Centro ReMida Bologna_Terre d’Acqua e la compagnia Macinapepe e si svolge all’interno di ReMida, in particolare negli Atelier-Stanze di ricerca, luoghi pensati per indagare, comprendere e fare esperienza dei diversi linguaggi espressivi e dei differenti materiali.

Il percorso è suddiviso in due moduli, uno sulla relazione tra luce e materiali e l’altro sulla narrazione attraverso la materia, la luce, l’ombra e il buio.

1 febbraio 9.30 alle 13.30

Presentazione del progetto remida e primo approccio ai materiali di scarto in relazione alla luce: Immergersi in scenari di luce e ombra, riflettere sulle qualità inaspettate della materia in relazione a diversi fonti di luce, materiali specchianti-riflettenti e strumentazioni scientifico-tecnologiche per immergersi in paesaggi di luce, realizzare combinazioni, composizioni, sovrapposizioni e proiezioni materiche

22 febbraio 9.30 alle 13.30

Catturare la luce attraverso diversi strumentazioni e materiali, scoprire riflessi, rifrazioni, scomposizioni, ribaltamenti e propagazioni della luce, mediante la ricerca e la selezione di materiali “amici della luce”, così definiti in relazione alle loro qualità di opacità, trasparenza, rifrazione.

1 marzo 9.30 alle 13.30

La luce ha tante caratteristiche, una tra tutte, quella di riuscire a focalizzare e attrarre l’attenzione su ciò che colpisce. Nei musei, negli spazi allestiti, a teatro, sul palcoscenico la luce rende protagonista ciò che illumina. E se facessimo dialogare la materia, gli oggetti con essa? Cosa potrebbe accadere?

22 marzo 9.30 alle 13.30

Dialoghi ed approfondimenti sulle variabili del buio. Spunti di riflessione e possibilità di sperimentazione su nuove prospettive e direzioni di senso del linguaggio della luce, stavolta la luce assente, la luce che non è, il buio.

Cos’è il buio? Di cosa è fatto? Cosa rivela? Come presentarlo ai bambini ed alle bambine?

Che relazioni può intrecciare con i materiali, con la luce e con le parole?

12 aprile 9.30 alle 13.30

Scoprire il mondo delle ombre: ombre che evocano, ombre leggere e pesanti, figure intermedie tra luce e buio, capaci di raddoppiare le dimensioni delle cose, di nascondere dettagli o ingigantire particolari, di trasformare in altro o di trasformarsi in altri. Mettere questo delicato linguaggio al servizio della narrazione, sperimentare l’azione in luce ed il suo contrario, la fissità.

Costi: 55 euro a incontro, per chi intende frequentare tutto il ciclo il costo è di 250 euro

 

CORSI ONLINE

  1. PUNTI DI VISTA: DOCUMENTARE PROCESSI ATTRAVERSO LA FOTOGRAFIA

 Il progetto formativo rappresenta un’occasione di sperimentazione pratica e riflessioni sulla documentazione fotografica e vuole soddisfare un’esigenza molto spesso espressa dagli insegnanti: creare momenti di relazione e condivisione delle esperienze per non correre nel rischio della frammentazione delle discipline, e nella conseguente solitudine progettuale.

Oggi siamo immersi e sommersi da immagini fotografiche ma spesso non ci soffermiamo nella loro lettura, sulla loro genesi e sulla loro capacità comunicativa. Il percorso vuole quindi aprire alcuni interrogativi sul modo in cui fotografiamo:

Come fotografare in contesti educativi? Quale osservazione dell’ambiente circostante e degli sfondi? Quale relazione tra ambiente, luce e soggetto? Come realizzare una narrazione di un processo mediante la successione di fotografie? Quali possibili tipologie di documentazione possiamo realizzare?

Il corso si sviluppa in 6 incontri da 2 ore che si svolgeranno on-line il mercoledì pomeriggio dalle 17.30 alle 19.30 da novembre 2024 ad aprile 2025 per un totale di 20 ore (14 ore frontali + 6 ore da casa per realizzare le documentazioni)

 

1° incontro di 2 ore: 20 novembre 17.30 alle 19.30

Presentazione del progetto ReMida e della filosofia del riuso creativo dei materiali nei contesti educativi, visita animata presso gli spazi del Centro ReMida.

Al termine dell’incontro i partecipanti saranno invitati a indagare un materiale di scarto attraverso diverse esplorazioni sensoriali.

 

2° incontro: 4 dicembre 17.30 alle 19.30

Condivisione delle indagini materiche svolte dai partecipanti, presentazione di alcune esperienze di incontro tra bambini, adulti e materiali negli atelier di ReMida.

 

3° incontro: 22 gennaio 17.30 alle 19.30

Come fotografare in contesti educativi: osservazione dell’ambiente, attenzione alla luce, relazione con l’oggetto e/o con e il soggetto da fotografare, scelta del formato.

 

4° incontro: 26 febbraio 17.30 alle 19.30

Documentazione di processi di scoperta e crescita, la gestualità, le relazioni, le azioni, i luoghi e gli allestimenti. Al termine dell’incontro i partecipanti saranno invitati a realizzare alcune sperimentazione nel proprio contesto scolastico e a realizzare una piccola documentazione.

 

5 ° incontro: 26 marzo 17.30 alle 19.30

Condivisione delle documentazioni realizzare per riflettere sui possibili criteri e sui possibili formati per realizzare una documentazione. La condivisione non vuole essere giudicante ma essere un’occasione per migliorare le competenze di ciascun partecipante. A seguito delle singole presentazioni da parte dei partecipanti sono previsti esercizi pratici. Al termine verrà chiesto ai partecipanti di realizzare una nuova documentazione in base ai criteri emersi dalla discussione e ad alcuni temi specifici.

 

6° incontro: 16 aprile 17.30 alle 19.30

Condivisone delle nuove documentazioni fotografiche e dei video realizzati e rilanci su come proseguire le singole progettazioni.

Costi: 180 euro l’intero ciclo comprensivo della scatola con i materiali e la spedizione, non è possibile seguire un solo incontro.

 

  1. REMIDA VERSO L’AGENDA 2030

Partendo dall’obiettivo 4 “Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti”, le proposte invitano a riflettere sugli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, per condividere idee, esperienze e iniziative per diffondere la conoscenza attraverso la reinterpretazione dei materiali di scarto aziendale intesi come costruttori di cultura e promotori del diritto alla bellezza.

Ogni incontro racconta come le bambine e i bambini, già cittadini di oggi aventi il diritto di essere coinvolti nella co-progettazione e acquisizione di una sempre maggiore consapevolezza, conoscenza e competenza per lo sviluppo di stili di vita più sostenibili, sono stati co-autori della progettazione di azioni e allestimenti installati per le vie della città di Calderara, trasformando così lo scarto (sia elementi naturali che scarti aziendali) in risorsa. Le installazioni volevano essere un invitino per i passanti a riflettere su come la sostenibilità possa aiutarci a sentirci parte attiva di una comunità.

Ogni incontro del percorso formativo affronta nel dettaglio un obiettivo dell’agenda 2030 e propone il punto di vista con cui le bambine e i bambini lo hanno raccontato alla città. Inoltre il percorso rappresenta anche un’occasione di sperimentazione pratica per creare una documentazione, un’interpretazione sulle diverse sperimentazioni svolte.

 

Il corso si sviluppa in 7 incontri da 2 ore che si svolgeranno on-line il lunedì pomeriggio dalle 17.30 alle 19.30 da novembre 2023 a maggio 2024 per un totale di 20 ore (14 ore frontali + 6 ore da casa per realizzare e documentare le sperimentazioni pratiche)

È possibile seguire un solo incontro oppure tutto il ciclo di 6 incontri

1° incontro 11 novembre 17.30-19.30

La bellezza come paradigma della sostenibilità. Introduzione teorica al corso

2° incontro 9 dicembre 17.30-19.30

Obiettivo 11: la città sostenibile

3° incontro 20 gennaio 17.30-19.30

Obiettivo 12: riusa, riduci, ricicla responsabilmente

4° incontro 10 febbraio 17.30-19.30

Obiettivo 15: proteggere e conservare la biodiversità tra cielo e terra

5° incontro 10 marzo  17.30-19.30

Obiettivo 14: H2O, formule per la difesa e la salvaguardia delle profondità marine

6° incontro 14 aprile 17.30-19.30

Obiettivi 10 e 16: l’uguaglianza nella diversità per una società più giusta

7° incontro 19 maggio 17.30-19.30

Condivisione e restituzione delle esplorazioni svolte sulle tematiche sperimentate nei propri contesti educativi e scolastici

Costi:  30 euro a incontro di 2 ore, per chi intende frequentare tutto il ciclo il costo è di 150 euro

 

  1. ATELIER REMIDA@SCUOLA

Atelier Remida@Scuola è un percorso che prevede la possibilità di essere affiancati in classe da un operatore del centro ReMida Bologna_Terre d’Acqua.

Per poter avere questa opportunità, i docenti interessati dovranno frequentare un percorso di formazione e approfondimento sulla filosofia e la poetica che sta alla base del progetto ReMida.

Gli incontri, pratici ed esperienziali, saranno un’occasione per riscoprire la propria sensibilità: occorre prima di tutto, come adulti,  dilatare i propri saperi, prendere consapevolezza dei propri stereotipi e anche delle proprie risorse per allontanarsi da didattiche precostituite, da ricette facili, dal consumismo delle esperienze, e conoscere così nuove possibilità rispetto a ciò che già si conosce.

Il progetto si sviluppa pertanto in due diversi moduli e azioni:

1.La Ricerca-azione

Il progetto di ricerca azione offre agli insegnanti la possibilità di sperimentare in prima persona l’esplorazione dei materiali, la progettazione di contesti didattici attività laboratoriali, la rielaborazione delle azioni osservate, grazie al supporto di un operatore di Remida.

Nello specifico l’operatore affiancherà il docente in ogni fase, dalla progettazione dell’intervento, al momento di laboratorio con i bambini in classe, alla riflessione finale realizzando 3 incontri all’interno della sezione/classe.

  1. La Formazione

Per attivare il percorso di ricerca-azione in classe, i docenti interessati dovranno frequentare una formazione specifica che sarà utile per comprendere meglio e immergersi in prima persona nella filosofia remidiana.

Il modulo sulla formazione si sviluppa in 5 incontri da 2 ore ciascuno che si svolgeranno il martedì pomeriggio dalle 17.30 alle 19.30 da gennaio a maggio 2025.

Ogni incontro di formazione è strutturato da una presentazione tramite power point e video di alcune esperienze di incontro tra bambini, adulti e materiali e una successiva sperimentazione pratica per sperimentare la tematica dell’incontro.

Si prevedono 5 incontri formativi on-line e/ in presenza:

1 incontro inIziale 21 gennaio 2024

presentazione del progetto ReMida e della filosofia del riuso creativo dei materiali nei contesti educativi, visita animata presso gli spazi del  Centro ReMida. Al termine dell’incontro verrà realizzato un calendario con gli insegnanti per fissare gli incontri laboratoriali che andremo a realizzare a scuola.

3 incontri sui temi dei laboratori che faremo in classe, in particolare:

Architetture in divenire 11 febbraio 2024

Indagare le qualità delle diverse tipologie di materiali di scarto per realizzare incastri, sovrapposizioni, equilibri in continuo divenire ed esplorare i diversi linguaggi della costruttività.

Segni tracce e impronte 25 febbraio 2024

Realizzare insoliti segni, tracce e impronte mediante l’utilizzo di strumenti di uso comune e materiali di scarto come matrici non convenzionali, per una riscoperta del segno in stretta relazione con il gesto, come punto di partenza per ogni tipo di comunicazione, di scrittura e disegno;

Disposizioni naturali 11 marzo 2024

Osservazione, raccolta, catalogazione e disposizione di elementi naturali per indagarne le qualità materiche e le potenzialità combinatorie e le qualità scientifiche in relazione a diversi supporti e varie fonti di luce.

1 incontro conclusivo 13 maggio 2024

condivisione delle singole documentazioni realizzate dagli insegnanti sulle esplorazioni svolte e successivi rilanci su come proseguire le singole progettazioni svolte insieme agli operatori dei ReMida.

Ore: 20 ore così suddivise: 5 incontri di formazione da 2 ore + 3 incontri da 2 ore in sezione/classe  + 4 ore da casa per realizzare le documentazioni

Costi: il costo per l’intero pacchetto formativo è di 350 euro comprensivo delle 6 ore di ricerca azione in sezione/classe, delle 10 ore di formazione on-line e del prelievo dei materiali presso l’Emporio degli Scarti del Centro ReMida  Bologna_Terre d’Acqua (trattandosi di un percorso di ricerca azione è necessario seguire tutti gli incontri di formazione).

 

MODALITÀ DI ISCRIZIONE:

Il centro ReMida Bologna_Terre d’Acqua è gestito dall’Associazione Funamboli APS, circolo Arci. Le proposte formative sono rivolte ai soci per cui, per partecipare, è necessario versare la quota associativa di 10 euro che dà diritto all’accesso a tutti i circoli Arci su territorio nazionale. (per le NORME LEGISLATIVE vigenti , D.P.R. del 1986, n° 917, Art. 148)

 

Per iscriversi è necessario inviare una mail a prenotazioni@remidabologna.it, specificando nome, cognome, recapito telefonico ed e-mail. Una volta ricevuta una nostra mail con la conferma d’iscrizione al corso scelto è necessario effettuare il pagamento tramite bonifico bancario intestato a: Associazione Funamboli IBAN IT 86 T 01030 02401 000063153927 Banca Monte dei Paschi di Siena, Filiale di Bologna agenzia 11- via Aurelio Saffi, 10/A.

 

 

DOVE SIAMO

ReMida Bologna_Terre d’Acqua, Centro di Riuso Creativo dei Materiali di Scarto Aziendale ha sede in Via F. Turati 13, a Calderara di Reno (BO).

 

CONTATTI

e- mail: prenotazioni@remidabologna.it

telefono: 051 0232777 (attivo solo martedì, giovedì dalle 14.30 alle 18.30  e venerdì e sabato dalle 10.00 alle 13.00).

web: www.remidabologna.it

facebook: remidabologna

instagram: remida_bologna